Lunedi 15 10 2018 - Aggiornato alle 17:00

emmanuel_carrere_1
7 Agosto Ad Emmanuel Carrère il Premio letterario Tomasi di Lampedusa 2016

La cerimonia di premiazione, presentata da Simona Autieri, si svolgerà in Piazza Matteotti a Santa Margherita di Belìce. Sul palco del premio anche due big della musica italiana

- 22/07/2016

Emmanuel Carrère con l’Opera Il Regno (Adelphi) è il vincitore della tredicesima edizione del Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Lo scrittore, nato a Parigi, è anche sceneggiatore e regista, nel 2015 è stato membro della giuria della 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Tra i suoi libri più noti L'Avversario (Adelphi), ispirato alle vicende di Jean- Claude Romand, pubblicato nel 2000.

Un libro che prende le mosse da una vicenda di cronaca nera e che ha colpito per intrigo ed efferatezza l'autore. Carrère, torna nel ruolo di investigatore anche ne Il Regno conducendo la sua inchiesta su «quella piccola setta ebraica che sarebbe diventata il cristianesimo». Carrère fa rivivere davanti ai nostri occhi gli uomini e gli eventi del I secolo d.C. quasi fossero a noi contemporanei.

La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica, 7 agosto (ore 21.00), in Piazza Matteotti a Santa Margherita di Belìce. Sul palco della città del Gattopardo insieme ad Emmanuel Carrère anche due artisti della musica italiana Raf e Ron che proporranno al pubblico il meglio della loro produzione musicale. Serena Autieri condurrà la serata della cerimonia e leggerà frammenti letterari.

“Abbiamo scelto di premiare lo scrittore Emmanuel Carrère per la sua grande capacità di innovare il linguaggio narrativo, l’originalità di Carrère è riassunta nell’opera vincitrice il nostro Premio “Il Regno”, un’opera letteraria d’interesse storico, di documentazione religiosa del Cristianesimo e al contempo dai forti accenti autobiografici; dunque, analisi filosofica e teologica, ma anche narrazione della propria vita e di tutte le vite vissute”, dichiara Gioacchino Lanza Tomasi.

Soddisfatti gli organizzatori del Premio Tanino Bonifacio e Matteo Raimondi, mentre il sindaco Franco Valenti si dice propenso ad un confronto con lo scrittore Carrère sui temi dei migranti e dell'accoglienza in Sicilia. Alla cerimonia di premiazione di domenica, 7 agosto, condotta da Serena Autieri sarà presente anche la giuria del Tomasi di Lampedusa, presieduta da Gioacchino Lanza Tomasi, e composta da Salvatore Silvano Nigro, Giorgio Ficara, Mercedes Monmany e Arnaldo Colasanti. Dallo scorso anno il Premio letterario internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione